Blog

Prestiti Personali per Protestati, come richiederli

prestiti personali per protestati

Come ottenere un prestito per Protestati

I prestiti personali per protestati sono più numerosi di quanto crediate, sopratutto se si sceglie l’istituto finanziario adatto.

Potrebbe esservi capitato di aver ritardato il pagamento di una rata, di esservi trovati in difficoltà e così siete stati pignorati o diventati cattivi pagatori.
Le banche non vendono più in modo positivo la vostra richiesta di prestito e non sapete a chi rivolgervi.

Se siete dipendenti statali o privati con contratto a tempo indeterminato, oppure pensionati, potete richiedere subito un preventivo sul nostro sito e scoprire quali opportunità sono disponibili.

Andiamo a scoprire nel dettaglio quali sono i prestiti personali per protestati a cui potete accedere e in che modo.

Indice dei contenuti

Cos’è un Protesto?

Un protesto è una dichiarazione di mancato pagamento.

In qualità di atto di protesto viene redatto da un notaio o da un ufficiale giudiziario, nel caso in cui il debitore manca un pagamento.
Potrebbe non aver risposto, e di conseguenza compilato:

  • La Cambiale, che contiene un ordine di pagamento;
  • Il Vaglia, che contiene una promessa di pagamento;
  • L’Assegno, che è un mezzo di pagamento.

In ognuno di questi casi, il creditore è autorizzato ad inviare l’atto di protesto al debitore.
Quest’ultimo verrà così inserito all’interno del Registro informatico dei Protesti. Per il mancato pagamento dell’assegno, verrà iscritto alla lista del CAI (Centrale Allarme Interbancaria).

Cosa fare in caso di Protesto

Una volta entrati a far parte del gruppo dei Protestati vi sarà possibile rimediare e cancellare il vostro nominativo.
Le procedure sono diverse in base alla tipologia di mancato pagamento, a seconda che abbiate ritardato il pagamento di una cambiale o di un assegno.

Caso 1: ritardo Cambiale o Vaglia
Potrete richiedere la cancellazione del nominativo dopo aver provveduto al risarcimento e chiusura del debito, entro un anno dal ritardo.
Per farlo vi basterà presentare istanza alla camera di commercio che ha pubblicato il protesto.

Se dovesse essere passato più di un anno, per ottenere la cancellazione dovrete prima richiedere la riabilitazione al presidente del tribunale della provincia di residenza.

Caso 2: ritardo Assegno
E’ importante sapere che il nominativo viene inserito nella lista CAI solo dopo 60 giorni di ritardo.
In ogni caso, per cancellare il titolo di protestato dovrete presentare istanza di riabilitazione al presidente del tribunale della provincia di residenza. Ottenuto questo permesso bisognerà presentare un’istanza all’ufficio protesti per la cancellazione dal registro informatico protesti.

La riabilitazione sarà considerata completata solo dopo un anno dall’istanza e se non avrete ricevuto altri richiamo nel mentre.

Quali sono i Prestiti Personali per Protestati?

I Protestati, così come i Pignorati ed i Cattivi Pagatori hanno accesso alle seguenti modalità di prestito:

  • Cessione del quinto (o Cessione del quinto dello stipendio);
  • Prestito Cambializzato;
  • Prestiti a Protestati o Cattivi pagatori con garante (se si ha la possibilità di associare qualcuno al pagamento)

Per ricevere un preventivo immediato potrete consultare l’apposita sezione del nostro sito ed i nostri tecnici risponderanno il più in fretta possibile.

Prestito con Cessione del Quinto

La Cessione del quinto costituisce un’ottima opportunità di prestito per tutti i dipendenti statali / privati, e per i pensionati Inps.
Parliamo di una tipologia di finanziamento molto conveniente dai tassi d’interesse decisamente bassi.

A seconda della cifra richiesta viene effettuato un determinato calcolo del rimborso. Il tutto è realizzato tenendo in considerazione che le rate mensili non devono superare il valore del 20% dello stipendio.
Ciascuna rata verrà detratta direttamente dalla busta paga (o pensione) per azione dello stesso datore di lavoro (o ente pubblico).

Per conoscere tutti i requisiti necessari ad accedere ed i documenti da presentare, potrete consultare le sezioni dedicate del nostro sito.
Allo stesso modo potrete richiedere un rapido preventivo per valutare le vostre possibilità.

Protestanti e Prestito cambializzato

Il Prestito cambializzato è strutturato proprio attraverso pagamento con cambiali.

Tutte le cambiali vengono emesse dalla banca e presentano una determinata data di scadenza entro cui effettuare il pagamento.
Ognuna di esse dovrà essere firmata dal debitore.

In caso di mancato pagamento potrà inviare un’istanza di pagamento, invitando il debitore a concludere il più in fretta possibile.

Prestito a Protestati con garante

Un’altra possibilità per i Protestati è quella di richiedere un prestito proponendo un Garante.

Il garante è colui che si assume la responsabilità di pagamento in caso di difficoltà da parte dell’interessato. Sarà necessario che si tratti di una figura affidabile, su cui la banca possa fare affidamento. Le caratteristiche da rispettare sono le seguenti:

  • Il garante dovrà essere in possesso di un contratto a tempo indeterminato;
  • Non potrà aver ricevuto segnalazioni di nessun tipo.

Consolidamento debiti per Protestati

Se ci si trova ad affrontare una situazione difficile, con il peso di più di un prestito sulle spalle, la strada del Consolidamento debiti potrebbe essere quella più giusta.

Ci riferiamo ad una modalità di prestito concessa anche ai Protestati e ai Cattivi Pagatori, che prevede il pagamento di tutti i debiti in corso con la stipulazione di un unico finanziamento.
Ripagherete tutti i vostri prestiti in una sola volta e dovrete affrontare una sola rata mensile.

Inoltre, la rata non potrà mai superare il 20% del vostro stipendio e verrà detratta automaticamente dalla busta paga.

Per richiedere un preventivo del possibile prestito, potete completare la sezione apposita del sito. La risposta sarà veloce e precisa.
Siamo sempre a disposizione per qualsiasi dubbio.

Prestiti per pensionati Protestati

Cosa succede se non si è un dipendente ma un pensionato?
I prestiti che abbiamo elencato in precedenza sono validi anche per i pensionati Inps.

Potrete aver accesso alla Cessione del quinto, calcolata in base al netto della pensione, oppure ai prestiti cambializzati.
In particolare la Cessione del quinto è considerata molto conveniente da diversi altri pensionati che hanno sperimentato il finanziamento.

Non dovrete preoccuparvi di versare una quota ogni mese e non dovrete nemmeno dichiarare qual è il motivo della vostra richiesta di liquidità.
La gestione monetaria sarà totalmente autonoma.
L’unica cosa che vi viene richiesta è la stipulazione di una polizza a rischio vita. Lo scopo è quello di evitare che i vostri successori ereditino anche il debito.

In caso di decesso l’assicurazione pagherà ciò che resta e voi assicurerete tranquillità anche alla vostra famiglia.

Liberi Professionisti e Prestiti personali per Protestati

Per ottenere un Prestiti personale in qualità di Libero Professionista Protestato le strade da seguire sono solamente due.

Non essendo in possesso di una busta paga non potrete richiedere la Cessione del quinto dello stipendio. Potreste perciò pensare di concludere il debito ed eliminare il vostro nominativo dalla lista dei protestati.
Una volta raggiunto quest’obbiettivo la vostra reputazione finanziaria risalirà e potrete ottenere fiducia dalle banche.

Se ripagare il debito non è possibile allora dovrete presentare un progetto in banca.
Dovrete spiegare nel dettaglio in che modo intendete ripagare il prestito che state richiedendo e allegare tutti i documenti che certificano le vostre parole.
Superato il primo test la vostra pratica verrà inviata ad un giudice che deciderà se concedervi o meno il finanziamento.

Molto importante è inserire la figura di un garante, così che la banca abbia almeno un’assicurazione della vostra buona fede e decida di aiutarvi.

Dove richiedere Prestiti Personali per Protestati

Il modo più semplice per ottenerlo è effettuare la richiesta online.
Sul nostro sito potete trovare una seziona apposita dedicata alla domanda di preventivo che vi consentirà di farvi un’idea del nostro servizio.
Sarà un processo veloce e non vi richiederà troppo impegno poiché i nostri esperti faranno i calcoli al vostro posto.

Altrimenti, è possibile rivolgersi a tutti i principali istituiti bancari, alle finanziarie e ai mediatori creditizi.
Qui una lista di tutte le banche che hanno aderito all’iniziativa.

Navigando sul nostro sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Scopri di più

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi