CESSIONE DEL QUINTO DELLO STIPENDIO

Cessione del quinto dello stipendio: come funziona e che possibilità offre

La cessione del quinto dello stipendio è un particolare tipo di prestito personale previsto in Italia.
Tutti i lavoratori dipendenti – appartenenti ad aziende pubbliche/statali o private – così come i pensionati inps e ex-inpdap, hanno la possibilità di accedere a questo tipo di concessione.

Vediamo insieme quali sono le modalità di richiesta e l’effettivo funzionamento del sistema, in modo da eliminare ogni tipo di dubbio e consentirvi di richiedere agilmente un preventivo.
La richiesta di preventivo potrà essere effettuata seguendo le indicazioni anche nel nostro formu.

 

Indice dei contenuti

 

Cessione del quinto: cos’è e come funziona

Parliamo di un prestito personale che viene concesso a tutti i lavoratori stipendiati dotati di busta paga, e ai pensionati.
La principale differenza rispetto ad un prestito “classico” è il metodo di restituzione – che poi costituisce anche la principale assicurazione circa il pagamento del debito – Ma entriamo nel dettaglio.

Il richiedente esprime la cifra che desidera ottenere. Qualunque essa sia, le rate mensili per il rimborso del “debito” non potranno superare il quinto dello stipendio (ovvero il 20%). Questo perché il pagamento avverrà attraverso la stessa busta paga o pensione.
Ogni mese la percentuale verrà detratta direttamente, senza nessun tipo di versamento anticipato.

La durata massima del prestito è 120 mesi, mentre la minima è di 24 mesi. Quindi, considerando tutte le variabili, le somme che si posso raggiungere sono considerevoli.
Di seguito riportiamo i singoli passaggi per chiarire maggiormente:

  • Il lavoratore o pensionato richiede alla finanziaria o banca (nelle prossime sezioni vedremo a chi rivolgersi) una determinata somma di denaro;
  • Il calcolo del rimborso viene effettuato tenendo in considerazione che le rate mensili non devono superare il valore del 20% dello stipendio;
  • Le rate mensili vengono detratte direttamente dalla busta paga o dalla pensione;
  • Al richiedente sarà chiesto di stipulare una polizza a rischio vita, e una polizza a rischio impiego per i lavoratori.

Requisiti per la Cessione del Quinto

Vediamo adesso quali sono i requisiti necessari per usufruire della Cessione del Quinto dello stipendio:

  • E’ richiesta la residenza in Italia;
  • Età compresa tra i 18 e gli 85 anni;
  • Contratto di lavoro a tempo indeterminato ( per i lavoratori pubblici e privati);
  • Pensione maggiore di 600 € (per i pensionati);
  • Reputazione positiva dell’azienda per cui si lavora (certezza dell’affidabilità).

La Cessione del Quinto dello stipendio può essere richiesta anche da coloro che sono definiti cattivi pagatori“, e dai pignorati.

Cessione del Quinto: stipulazione della polizza

Per tutelare il finanziatore viene stipulata a nome del al lavoratore, o al pensionato,  una polizza assicurativa.
In entrambi i casi verrà definita una polizza rischio vita mentre, solo i lavoratori, dovranno stipulare una polizza rischio d’impiego. Ecco le principali caratteristiche di entrambe e cosa comportano.

  • polizza rischio vita: nel caso di morte del cliente, la compagnia assicurativa si occuperà di pagare l’intera somma del debito contratto. In questo modo, l’emittente avrà la certezza di ricevere tutto il denaro concordato ed i familiari del richiedente saranno tutelati, poiché la parte residuale del finanziamento non andrà a pesare su di loro ma sarà completamente a carico della compagnia assicurativa.
    Per stipulare la polizza sarà necessario fornire tutte le informazioni sanitarie, così che la compagnia sia consapevole delle effettive condizioni fisiche del cliente.
  • polizza rischio d’impiego: la seconda polizza viene stipulata per tutelare il cliente e l’emittente in caso di licenziamento.
    A prescindere dal motivo dello stesso, l’assicurazione si accerterà di pagare la somma restante per saldare il debito, liberando il cliente da tale preoccupazione.

Cessione del Quinto: come e quanto chiedere

Prima di addentrarsi nella richiesta di un prestito, è giusto conoscere il tetto massimo orientativo e avere un’idea delle possibili rate mensili.
Con la Cessione del Quinto dello stipendio, il calcolo è estremamente intuitivo e può essere fatto da chiunque.

La prima cosa che vi servirà conoscere con esattezza è l’importo netto mensile del vostro stipendio (o della vostra pensione).
Per coloro che in 12 mesi ricevono 13 o 14 stipendi sarà necessario attuare un calcolo aggiuntivo per stabilire a quanto ammonta lo stipendio mensile medio percepito.
Moltiplicate lo stipendio medio per 13 (o 14, a seconda dell’impiego) e poi dividete il risultato per 12, così da avere il numero corretto.
A questo punto bisognerà dividere per 5, così da conoscere subito l’importo massimo delle rate mensili che potreste andare a pagare.

Non vi verrà mai detratto più di un quinto dello stipendio, a prescindere dalla cifra richiesta.

Per quanto riguarda invece l’importo massimo che può essere richiesto, esso varia in base allo stipendio mensile del richiedente, al numero di anni di servizio e anche alla reputazione positiva o negativa dell’impresa per cui si lavora (oppure in base allo stato di salute e anzianità per i pensionati).
In generale, bisogna tenere in considerazione che il periodo massimo per ripagare il debito è 120 mesi che, sommati per un quinto del vostro stipendio mensile, vi daranno la cifra massima approssimativa.

Noi siamo in grado di fornirvi un preventivo, così che possiate essere pronti prima di stipulare il finanziamento.

Vantaggi e Svantaggi della Cessione del Quinto

Analizziamo insieme i punti positivi e negativi che derivano dalla stipula di un prestito come quello della Cessione del Quinto.
Vantaggi:

  • Eviterete di preoccuparvi di versare la cifra mensilmente ma verrà automaticamente detratta dalla vostra busta paga o pensione;
  • Non dovrete specificare lo scopo per cui richiedete una determinata somma di denaro, sarete liberi di gestire le vostre finanze in totale autonomia;
  • Non potrà mai essere detratto più di un quinto dello stipendio;
  • Potrete richiedere la Cessione del Quinto anche se siete “cattivi pagatori”, o se siete soggetti a pignoramento.

Svantaggi:

  • Dovrete stipulare una polizza assicurativa che, tuttavia, la polizza vi consentirà di tutelare voi stessi e i vostri familiari in caso di licenziamento e/o decesso.
    Un compromesso che vale la pena prendere in considerazione.

A chi rivolgersi per richiedere un prestito di Cessione del Quinto?

Possono erogare questo tipo di prestito tutti i soggetti che rispettano i requisiti della normativa bancaria.
Ci riferiamo alla banche, le società di intermediazione finanziaria e gli stessi mediatori creditizi.

E’ possibile richiedere un preventivo online del probabile prestito e addirittura fare richiesta per ricevere il finanziamento direttamente Online. Potrete compilare anche subito la richiesta di preventivo nel nostro form di riferimento.

Documenti necessari per richiedere la Cessione del Quinto

Di seguito riportiamo la lista di tutti i documenti necessari a richiedere la Cessione del Quinto:

  • Carta d’Identità valida;
  • Codice Fiscale;
  • Certificazione di appartenenza alla CE, in qualità di cittadino dell’Unione Europea;
  • Cud (certificazione unica);
  • Ultime buste paga (per i lavoratori pubblici o privati);
  • Cedolini (per i pensionati, al posto delle buste paga);
  • Certificato di stipendio da cui ricavare la data di assunzione, il TFR e la retribuzione;
  • Quota cedibile (nel caso dei pensionati);
  • Benestare dell’azienda. Sarà proprio il vostro datore di lavoro a dover versare la rata mensile alla finanziaria.

Rinnovo ed Estinzione della Cessione del Quinto

Il richiedente ha la possibilità di Estinguere il proprio debito nei confronti della banca o della finanziaria in qualsiasi momento.
Dovrà inviare una raccomandata alla compagnia inserendo il numero di contratto e tutti i dati personali.
Una volta ricevuta, la finanziaria ha a disposizione 10 giorni per consegnare il conteggio estintivo, un documento che riferisce la somma completa da versare e l’iban di riferimento.
Al termine della procedura, il prestito potrà considerarsi estinto.

Per quanto riguarda invece il rinnovo, è possibile richiederlo nel momento in cui si è arrivati a rimborsare il 40 % del debito.
L’unico elemento da rispettare è assicurarsi che il rinnovo non porti a superare il tetto massimo di 120 mesi di concessione (ovvero 10 anni).

Quanto tempo è necessario per ricevere il finanziamento?

La tempistica varia in base al singolo richiedente. Tuttavia, in generale la durata del percorso oscilla tra i 7 e i 25 giorni. Ecco tutti i passaggi che la pratica dovrà superare prima di essere certificata:

  • Raccolta di tutti i documenti – sia anagrafici che di reddito –
  • Delibera della pratica
  • Notifica del Contratto da parte della finanziaria o banca (pagante)
  • Rilascio del Benestare dell’azienda
  • Emissione della Polizza
  • Erogazione del prestito

Domande frequenti

Prima di decidere di stipulare un accordo simile è giusto conoscere tutte le variabili. Abbiamo raccolto tutte le domande più frequenti per facilitarvi nella decisione.

  • Fino a che età è possibile richiedere la Cessione del Quinto?
    I limiti di età vanno dai 18 agli 85 anni;
  • Qual è lo stipendio minimo per cui si può richiedere la Cessione del Quinto?
    Escluso il 20% dello stipendio, l’entrata media deve essere uguale o maggiore ai 600,00 euro. Lo stesso quantitativo monetario vale anche per i pensionati;
  • E’ possibile richiedere un anticipo immediato della somma?
    Si, è possibile richiedere un anticipo immediato alla stipulazione del contratto;
  • Si può richiedere se si è residenti all’estero?
    No, possono richiedere la Cessione del Quinto solo i residenti in Italia;
  • Si può cambiare lavoro mentre si intrattiene un prestito simile?
    In caso di licenziamento il datore di lavoro verserà i TFR accumulati alla finanziaria e, se non dovessero essere sufficienti a coprire la somma, il resto verrà aggiunto dall’assicurazione.

Navigando sul nostro sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Scopri di più

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi