ANTICIPO TFS

Il TFS, acronimo di Trattamento di Fine Servizio, è un finanziamento che spetta a tutti i dipendenti pubblici e statali una volta raggiunta la pensione. Fatta eccezione per casi particolari, il TFS viene erogato all’ex dipendente dopo 12 o 24 mesi in un’unica soluzione oppure in due/tre rate annuali a seconda dell’importo da liquidare. Il Trattamento di Fine Servizio (TFS) è quindi un'indennità corrisposta alla cessazione dell'attività lavorativa, a tutti i dipendenti pubblici e statali assunti a tempo indeterminato prima del 1° gennaio 2001. Per ottenere la liquidazione prevista, i dipendenti pubblici che ne hanno diritto, non devono presentare alcuna istanza particolare, poiché il TFS viene corrisposto d'ufficio.

Il contratto di Anticipo TFS viene stipulato sotto forma di prestito personale ed è garantito dalla cessione pro solvendo dei crediti derivanti dal TFS maturato. L’importo massimo del TFS è determinato in funzione del TFS netto maturato, come certificato nel prospetto di liquidazione, rilasciato dall’Ente Pensionistico.

Il prestito anticipo TFS offre il vantaggio di poter ottenere la liquidazione maturata in anticipo, ovvero senza dover attendere fino a 24 mesi, e può essere richiesto da dipendenti statali (anticipo tfs statali) oppure da lavoratori pubblici (anticipo tfs dipendenti pubblici). Grazie a questa opportunità, pertanto il neopensionato potrà avere da subito a disposizione la somma che gli spetta accreditata fino al 100% (alcuni enti erogano il 95%) in un'unica soluzione. Altra importante caratteristiche è il fatto che il pensionato potrà liberamente scegliere se ottenere l'anticipo totale o parziale della sua liquidazione. 

CHIEDI INFO