FAQ – Superquinto

Cessione del Quinto Dipendenti

A cosa serve il TFR in un finanziamento con Cessione del Quinto?

Il TFR viene posto a garanzia dell’operazione di finanziamento, in caso del licenziamento del richiedente, lo stesso sarà trattenuto sino a concorrenza del residuo debito del finanziamento.

Che cosa si intende per Cessione del Quinto dello Stipendio?

La Cessione del Quinto dello Stipendio è un prestito in cui il massimo importo della rata di rimborso prestito non supera il valore di un quinto dello stipendio mensile netto percepito.

Chi può accedere alla Cessione del Quinto dello stipendio per dipendenti?

Secono il DPR 180/50, la Cessione del Quinto è destinata a tutti i lavoratori dipendenti assunti presso aziende private, para-statali e statali.

Come avviene il pagamento delle rate della Cessione del Quinto?

Il rimborso delle rate della Cessione del Quinto dello Stipendio viene realizzato direttamente dall’amministrazione dell’azienda del richiedente che tratterrà le rate dallo stipendio del lavoratore e provvederà al versamento delle stesse.

Cosa accade se il richiedente del prestito si licenzia?

In caso di licenziamento del richiedente, la società di finanziamento procederà a trattenere il TFR sino a concorrenza del residuo debito del finanziamento, in caso il TFR non dovesse coprire tutto l’importo necessario il residuo sarà corrisposto dalla compagnia assicurativa che sarà poi surrogata dalla società di finanziamento nel diritto di credito.

Cosa avviene in caso di morte?

Sarà attivata la polizza assicurativa obbligatoria che coprirà il rimborso del prestito.

Cosa s’intende per Doppio Quinto?

Il Doppio Quinto non è altro che un prestito con delega, ovvero un finanziamento che si affianca alla Cessione del Quinto con una rata che non supererà un altro quinto dello stipendi.

Cosa succede se non vengono pagate una o più rate?

L ‘ente erogatore procederà al recupero del credito applicando le penalità previste dal contratto di finanziamento

È possibile accedere alla cessione del quinto anche ai pensionati?

Sì, trova tutte le informazioni in proposito nella nostra pagina per la Cessione del Quinto a Pensionati.

È possibile utilizzare il prestito per estinguere altri debiti?

Sì, è possibile dal momento che il richiedente della Cessione può disporre della stessa sia per estinguere altri prestiti in corso, sia per utilizzo diretto della liquidità.

I dipendenti di piccole imprese private possono richiedere un prestito?

Sì, una volta che la compagnia assicurativa prescelta per la copertura del rischio abbia dato il proprio benestare dopo un’analisi dell’impresa stessa.

In quante rate è possibile saldare il debito del prestito?

Per un prestito con Cessione del Quinto dello Stipendio durata minima del periodo di restituzione del è di 36 mesi mentre la massima è di 120 mesi.

L’azienda presso cui lavoro si può opporre alla richiesta del prestito?

No, l’azienda non potrà rifiutare le richieste di prestiti con Cessioni del Quinto.

Nella Cessione del Quinto, cos’è l’assicurabilità dell’azienda?

Le figure coinvolte nella cessione del quinto sono sostanzialmente quattro: l’assicurazione, il cliente, l’azienda e la società d’intermediazione finanziaria. Per richiedere e vedersi accordare una Cessione del Quinto per dipendenti (o Prestito con Delega) è propedeutico un responso positivo da parte dell’assicurazione circa lo stato finanziario dell’azienda del richiedente. L’assicurabilità è, in questo senso, l’indice di gradimento dell’azienda da parte dell’assicurazione.

Nella procedura per l’accordo di una cessione del quinto cosa s’intende per benestare?

Il benestare è un atto con cui il datore di lavoro a cui viene notificato il contratto di Cessione del Quinto si impegna ad eseguire mensilmente i versamenti delle rate del prestito

Posso estinguere il prestito in maniera anticipata?

Certo, si può estinguere in maniera anticipata la Cessione del Quinto dopo che la società erogante avrà calcolato il debito residuo.

Posso richiedere una Cessione del Quinto dello stipendio con un mutuo in corso?

Sì, è possibile richiederla dal momento che non vi è correlazione tra gli impegni, in fase di analisi da parte della società di intermediazione.

Quali sono i documenti necessari per richiedere un prestito?

I documenti necessari per richiedere una Cessione del Quinto dello Stipendio sono: –

 una copia del CUD e delle due buste paga percepite –
 un certificato di stipendio
– una copia di un documento d’identità valido e del codice fiscale del cliente
 N.B. nel caso in cui il cliente sia un dipendente statale l’amministrazione dovrà fornire altre due certificazioni (allegato A1 e allegato B)

Quali sono le differenze tra cessione del quinto e prestito personale?

La differenza sostanziale è che, mentre nella Cessione del Quinto ogni rata viene trattenuta direttamente sullo stupendio, in un prestito personale la rata viene pagata alla Banca dal cliente.

Quanto può durare un prestito con la Cessione del Quinto dello Stipendio?

Questo prestito può avere una durata minima di 3 anni mesi ed una durata massima di 4 anni. Il limite superiore non può, solitamente, superare il termine di rapporto di lavoro e pensionamento per alcun soggetto ad eccezione dei dipendenti ministeriali che possono convertire il proprio debito sulla pensione.

Cessione del Quinto Pensionati

Che cosa si intende per Cessione del Quinto dello Stipendio?

La Cessione del Quinto dello Stipendio è un prestito in cui il massimo importo della rata di rimborso prestito non supera il valore di un quinto dello stipendio mensile netto percepito.

Cosa significa quota cedibile?

Con il termine quota cedibile si identifica un documento che attesta la massima rata applicabile sulla pensione di chi richiede il prestito, rilasciato dall’ente di appartenenza del richiedente.

Cosa succede in caso di morte prematura di chi richiede il prestito?

Alla stipula del contratto per il finanziamento, per legge è prevista la sottoscrizione di un’assicurazione rischio vita che provvederà a corrispondere il residuo debito in caso di morte prematura del cliente.

Da quanti anni devo aver ricevuto la pensione per potere richiedere ed ottenere un prestito?

Non ci sono particolari limiti in merito, è semplicemente sufficiente ricevere una regolare pensione.

È necessario un certificato medico per attestare il mio buono stato di salute ed ottenere un prestito?

No, sarà necessario soltanto un’autodichiarazione compilata con i nostri consulenti che non comporta spese aggiuntive sulla rata del prestito.

Il prestito con Cessione del Quinto è concesso anche a soggetti che percepiscono una pensione di 600 Euro?

Sì, si può effettuare richiesta. anche con una pensione di 100 Euro.

In che arco di tempo posso rimborsare con la mia pensione l’importo accordatomi?

I tempi variano da un minimo di tre fino ad un masimo di 10 anni purchè, alla scadenza, il pensionato richiedente non abbia già compiuto 90 anni.

La cessione del quinto può essere accordata con qualunque tipo di pensione?

È finanziabile qualsiasi tipologia di pensione in vigore ad eccezione dell’invalidità civile. Il nostro staff è comunque a vostra disposizione per valutare singolarmente ogni singolo caso. Non esitate a contattarci o richiedere un preventivo.

Posso ottenere un prestito anche se sono protestato e/o pignorato?

Si, anche se lei è protestato, pignorato o hai in corso altri prestiti può farle ottenere un prestito.

Posso rinnovare un’evenutale trattenuta già attiva sulla mia pensione, sfruttando i tassi previsti dai vostri piani?

Il nostro staff di agenti è a sua completa disposizione per formulare un preventivo per un prestito a tassi agevolati.

Potrei ottenere un prestito anche don una pensione di reversibilità di 700 Euro?

Sì, senza alcun problema.

Qual è l’importo massimo che posso chiedere in prestito con la mia pensione?

L’importo che può richiedere dipende dall’ammontare della sua pensione

Quali documenti devo presentare per aprire una pratica?

Basteranno il suo codice fiscale, un documento valido ed un modello CUD che attesti la sua retribuzione.

Se ho diversi prestiti attivi, posso rivolgermi a voi per estinguerli e avere una rata con voi?

Sì, penseranno i nostri consulenti a procedere all’estinzione dei finanziamenti in corso e formulare una sola rata trattenuta.

Se ho già compiuto l’80simo anno d’età, posso chiedere un prestito con la Cessione del Quinto?

Sì, è possibile chiedere un prestito con Cessione del Quinto della pensione fino ad 85 anni di età.

Si può ricevere un finanziamento anche se il proprio ente pensionistico è differente da INPS ed INPDAP?

Sì, possiamo accontentare anche pensionati afferenti ad enti differenti da quelli sopra citati.

Una volta firmato il contratto, quanto tempo dovrò aspettare per ricevere il prestito?

Pochi giorni dopo la firma del contratto bisognerà solo attendere il benestare del proprio ente pensionistico per procedere alla liquidazione del finanziamento.

Prestito Delega Dipendenti

Che cos’è un prestito con delega?

Un prestito con delega (o doppio quinto) è un finanziamento che può affiancarsi ad una precedente Cessione del Quinto , con un’ulteriore rata di importo massimo del Quinto dello Stipendio.

Da chi può essere richiesto un prestito con Delega (o Doppio Quinto)?

Possono richiedere un un Prestito con Delega tutti i dipendenti statali e gran parte di quelli pubblici la cui amministrazione accetti questo genere di prestiti. Possono inoltre accedere al prestito tutti i dipendenti privati con contratto a tempo indeterminato la cui azienda sia disponibile al prestito in oggetto.

Il prestito con delega è concesso ai pensionati?

No, il prestito delega non si rivolge ai pensionati.

L’azienda del cliente può rifiutare una richiesta di prestito con delega?

Sì. Per il prestito con delega non vale lo stesso discorso della Cessione del Quinto e l’amministrazione dell’azienda può rifiutare una richiesta di prestito.

Prestito Personale

In cosa consiste il prestito personale?

Il prestito personale è un prestito accordato ai privati dalla banca mediante un’agenzia di mediazione finanziaria. Esso è differente nella sostanza dal prestito finalizzato nel senso che, a differenza di quest’ultimo, può essere erogato anche senza dichiarare la ragione per la quale si richiede.

Quali sono i limiti dell’importo che posso chiedere con un prestito personale?

L’importo di un prestito personale può essere compreso fra i 154,94 € ed i 30.987,41 €

Quali sono i requisiti per accedere al Prestito Personale?

Per accedere al prestito personale, secondo le norme afferenti alla Banca d’Italia, sono necessari i seguenti requisiti:

– Residenza in Italia
– Tra i 18 ed i 70 anni di età, con eventuali eccezioni da valutare in fase di richiesta.
– Reddito attestabile

Qual è la durata di un Prestito Personale?

La durata di un prestito personale può variare da un minimo di 1 anno ad un massimo di 10 anni.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi